Regata

now browsing by tag

 
 

Vittoria al 26° Campionato Primaverile 2016 d’Altura

Anche quest’anno Fantasailing festeggia la vittoria al 26° Campionato Primaverile 2016 d’altura, valido per l’assegnazione del Campionato 2016 – IX Zona FIV.

Il Campionato abruzzese si è articolato in tre regate costiere, composte da varie prove ognuna, ed è stato vinto da Ylva (uno splendido Swan 46 MK2 dell’armatore Vincenzo Cirillo, sempre al timone) governato da un equipaggio misto Villa Arzilla – Fanta Crew.

Una miscela di competenze ed esperienze diverse, di iniziativa, fantasia e anarchia a bordo, aiutata in una occasione dalla presenza di Mauro Pelaschier, che grazie anche (e sopratutto!) alle doti della barca ci ha portato alla vittoria, guadagnata già prima della conclusione del campionato!

In regata con Mauro Pelaschier

L’attracco a Ortona

 

La partenza da Vasto dopo la processione di barche

Barcolana novembre 2014: no, non è Ferragosto…

20141012_123009_featuredimg

Anche quest’anno l’edizione della Barcolana ha fatto il pienone, con oltre 2000 barche iscritte. Non poteva mancare un equipaggio Fantasailing, che ha salpato le ancore il 7 ottobre da Ortona su Ambrosia, con prima tappa a Giulianova per l’imbarco dell’equipaggio e l’inizio notturno della traversata.

Incredibile ma vero, il mare è una tavola e le temperature incredibilmente miti: per 5 giorni, la temperatura diurna non è mai scesa sotto i 27 gradi! Ma torniamo al nostro simpatico gruppo di velisti. La vela, si sa, è fatica e sacrificio… ed ecco pertanto come si sono preparati a sopportare le sofferenze sin dal primo giorno: c’è da pulire una montagna di tartufi appena raccolti per la gioia dei tagliolini freschi all’uovo!

Dopo il necessario rifocillamento, si arriva in vista di Pola (Pula in Croato), antica città romana con una stratificazione di architetture successive. A fianco del mini-colosseo romano si possono ammirare templi pagani, palazzoni asburgici e superbe dimore veneziane! A pola si entra dopo aver doppiato una fortificazione frangiflutti in blocchi di pietra sommersi per 30 mt. Da menzionare il volatile ‘clandestino’, stremato dalla fatica, che abbiamo trasportato negli ultimi metri. Pola è stata una fiorente città industriale durante l’ultimo periodo jugoslavo. Ora combina i resti di quella vocazione con quella turistica, avvantaggiata dalle bellezze naturali e storico-architettoniche. Salpando le ancore il giorno dopo, ci dirigiamo verso Nord con 20 nodi di vento e onde di 1,5 metri al mascone, immersi nel parco naturale delle isole Brioni dove anche il generale Tito aveva una residenza per le vacanze.

Per la seconda tappa si atterra a Novigrad, altro splendido paesino istriano la cui economia si basa su pesca e turismo. Cena di pesce da urlo annaffiata da ottimo malvasia locale e riposo a terra per la ciurma.. così provata dalla dura esperienza marinara! L’indomani ci dedichiamo al turismo culturale, approfondendo la storia di questo paesino dalle forti origini italiane, che ancora oggi resta legato alla nostra lingua e cultura -vige infatti il bilinguismo.

Il terzo giorno atterriamo a Isola, in Slovenia. Sbarco, passeggiata e ovviamente ricerca di un posto idoneo a soddisfare i nostri palati… Questa volta orientati alla tipica grigliata di carne locale. Partenza all’alba per Trieste.

Arriviamo a Trieste il venerdi prima della regata, per concederci il tempo di vivere la manifestazione con le sue regate, le mostre, i mercatini delle attrezzature veliche e, perché no, l’ottima cucina e la vita notturna in questa città invasa da appassionati di tutto il mondo. Barche da sogno (incluso lo storico Moro di Venezia) ed equipaggi di tutti i tipi, la manifestazione ha battuto il suo record di presenze. La regata della domenica, come purtroppo si sapeva, si svolge praticamente in assenza di vento. E diventa quindi un’occasione per banchettare, brindare e fare amicizia con gli equipaggi delle migliaia di barche praticamente ferme in radura. Fra le tante curiosità, abbiamo assegnato la vittoria della più stramba ai ciclo-marinai che hanno pedalato tutto il giorno tra le barche, ricevendo in cambio ettolitri di spritz e vinelli vari…

E’ stata un’esperienza fantastica, il sole ci ha baciato, e l’agonismo comqunque non è mancato. Unico inconveniente: qualche chiletto in più… Ma nulla ci può fermare. Appuntamento alla prossima edizione! Con una anticipazione: per l’anno prossimo stiamo pensando anche alla Veneziana che si svolge la settimana successiva alla Barcolana.

Regata Pescara – Primosten 2014

route_2014_2 350x245pxIl Circolo velico La Scuffia di Pescara organizza la ROUTE 048°, regata d’altura da Pescara a Primosten (105 miglia). La partenza è fissata per il 30 maggio 2014.

Se vuoi entrare in uno dei FantaCrew che vi partecipano, leggi le informazioni e contattaci!

La prova è stata inserita tra le regate che concorrono all’assegnazione del titolo di CAMPIONE ITALIANO OFFSHORE 2014.

Co-organizzano in Croazia il circolo JEDRILIČARSKI KLUB PRIMOŠTEN – CROATIA e lo Yacht Club Vela di Spalato.

Gli organizzatori della regata assicureranno a tutti i partecipanti regolarmente iscritti ormeggi gratuiti ai non residenti nel marina di Pescara dal 25 maggio sino alla partenza della regata, e in Croazia, nel porto della città di Primosten sino al 2 giugno mattina.

Inoltre, in accordo con la Federazione Vela Croata, le imbarcazioni saranno esentate dal pagamento della vignetta e della tassa di soggiorno per la navigazione in acque croate.

Il programma è il seguente:

  • 30 maggio 2014 16:00 – Partenza da Pescara
  • 31 Maggio 20:30 tempo limite regata
  • 1 Giugno 11:00 – Primosten: Regata 12 miglia tra le isole
  • 1 Giugno 20:00 – Primosten: Premiazione. Buffet a seguire

Al termine della regata, i FantaYacht partecipanti alla regata resteranno in Croazia per una crociera in flottiglia di almeno 5 gg.

Se vuoi partecipare a questa entusiasmante regata transfrontaliera e alla sucessiva navigazione in Croazia, contattaci tramite il form o al nr. 333 1259524.

* indicates required field